Go Back

Crema di zucca lenticchie e porro

Basta davvero una mezzoretta per portare a tavola la crema di zucca lenticchie e porro ed insieme a lei i sapori ed i colori dell’autunno.
Preparazione10 min
Cottura20 min
Tempo totale30 min
Portata: Minestre e Zuppe, Primi Piatti
Cucina: ricette dell'autunno, ricette per l'inverno
Keyword: legumi, verdure, zucca
Porzioni: 2 persone

Ingredienti

  • 500 g zucca violina già pulita
  • 100 g lenticchie di Onano
  • 50 g lenticchie Beluga
  • porro a gusto
  • 1 costa di sedano piccola
  • 1 cipolla piccola
  • 1/2 carota
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento:

  • Sciacquate le lenticchie ( separate le due varietà se come me usate anche le nere) mettetele in un tegame e copritele abbondantemente di acqua. Unite il sedano, la carota e la cipolla ben mondati. Lessatele calcolando una ventina di minuti a partire dal bollore
  • Pulite la zucca: 
    tagliate via la buccia - la caratteristica della varietà violina è di avere la buccia piuttosto sottile - ed eliminate i filamenti e semi interni. Riducetela in pezzi non eccessivamente piccoli.
  • Affettate il porro e trasferitelo in un tegame con un filo di olio extravergine di oliva. Fatelo appassire su fiamma bassissima. Quando è quasi trasparente unite la zucca, mescolate bene per insaporire e aggiungete due dita di acqua. Salate. Coprite e portate a cottura, senza spappolarla, la zucca.
  • Appena le lenticchie saranno giunte a cottura scolatele mantenendo da parte la loro acqua. Anche la zucca sarà arrivata a cottura, unite le lenticchie (lasciate da parte quelle nere) e frullate il tutto con il frullatore ad immersione. Corrente di sale ed aggiungete quel tanto che basta di acqua di cottura delle lenticchie per ottenere la consistenza desiderata.
  • Servite la vostra crema guarnendo con un pò di lenticchie nere tenute da parte ed un generoso filo di olio extravergine di oliva.

Note

  • lessate le lenticchie tenendo la fiamma piuttosto bassa, l'acqua deve giusto sobbollire per evitare che le lenticchie si spappolino;
  • tenete da parte la loro acqua di cottura: vi servirà per allungare la crema di zucca se dovesse risultare troppo densa;
  • ho usato la zucca violina o butternut con polpa compatta ed asciutta e buccia piuttosto sottile.