Mamma lo ha sempre chiamato vitello in bianchetto ed io, da ragazza, non mi sono mai preoccupata di capire il perché di questo nome.
Di certo uno spezzatino di vitella tenerissimo, cremoso e fresco.

Oggi mi risponderei che il nome deriva dal noto, ma ben più elaborato e diverso piatto francese “blanquette de veau“.
Diverso per il tipo di cottura, diverso perchè cotto con le verdure, diverso perchè con l’aggiunta finale della crême fraiche.

Di sicuro un piatto di carne, il vitello in bianchetto di casa, uno spezzatino a tutti gli effetti, ma diverso; adattabile per una cena in famiglia ma anche per una cena più impegnativa fra amici. Di certo, un successo!

Il vitello in bianchetto  di mamma non è altro che uno spezzatino di vitella cotto nel modo tradizionale, con l’aggiunta finale, 5′ prima di portare in tavola, di un uovo sbattuto con il succo di limone e foglie di prezzemolo fresco tritate a coltello.
Niente di difficile, ma sicuramente un piatto di carne con una marcia in più: si taglia con la forchettaè cremosissimo e talmente fresco al palato che non smetterete mai di mangiarlo. E farà fare festa in casa con poco sforzo … il trucco c’è, ma è semplice e veloce.

la ricetta del vitello in bianchetto di Semplicemente Cucinando

Vitello in bianchetto: diverso in tutto, ma cremosissimo!

La ricetta di casa da sempre per un risultato davvero gustoso
Preparazione 5 min
Cottura 1 h 30 min
Totale 1 h 35 min
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 600 g spalla di vitella 
  • 1 piccola cipolla rossa
  • q.b. farina
  • vino bianco secco per sfumare
  • q.b. bordo vegetale

Per completare:

  • 1 uovo intero 
  • il succo di un limone 
  • prezzemolo fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato di fresco

Procedimento
 

  • Tagliate la carne in pezzi regolari ma non troppo grandi.
    Scaldate in un tegame un filo di olio extravergine di oliva e disponete i pezzi di carne possibilmente in un unico strato per evitare che perdano troppa acqua di vegetazione.
    Fateli rosolare in modo uniforme da tutte le parti e, se non ci dovessero essere stati tutti in unico strato, mano mano che sono rosolati spostateli su di un piatto per lasciare spazio agli altri.
    A metà rosolatura unite alla carne la cipolla affettata sottile.
    Quando i pezzi di carne sono tutti ben rosolati rimetteteli nel tegame ( anche se non in unico strato ora va bene), spolverizzateli con un pò di farina fatta cadere a pioggia. Mescolate bene per amalgamare il tutto e far si che la farina si tosti leggermente.
    Bagnate con due dita di vino bianco, fate evaporare mescolando spesso e "grattando" con il cucchiaio il fondo del tegame.
  • Coprite a filo la carne con del brodo vegetale, abbassate la fiamma, coprite a metà con il coperchio e cuocete per un'ora e mezza circa.
    Alla fine la carne dovrà risultare tenera e il liquido non eccessivo. Se il liquido fosse troppo togliete la carne dal tegame e, alzando la fiamma, fate evaporare l'eccesso.
  • 5 minuti prima di servire il vitello in bianchetto:
    sbattete in una ciotola 1 uovo freschissimo allungato con il succo di 1 limone. Se la carne dovesse essersi nel frattempo raffreddata, scaldatela e allontanate il tegame dal fuoco. Versate l'uovo sbattuto e mescolate velocemente con un cucchiaio per amalgamare bene il tutto. 
    Portate a tavola dopo aver completato con delle foglioline di prezzemolo fresco tritate a coltello. 
    Buon Appetito!

Note

Al momento dell’aggiunta dell’uovo dovete avere alcune accortezze: il tegame deve essere lontano dal fuoco ( l’uovo solidificherebbe invece di rimanere cremoso), l’uovo ben sbattuto con il succo di limone e, una volta mescolato per amalgamare il tutto, lasciate riposare la carne coperta per 5 minuti. Spolverizzate con prezzemolo fresco e portate a tavola. Sarà un successone!
Potete pensare di preparare questo secondo piatto con altra carne, purché sia carne bianca;  nel caso del vitello un pezzo di seconda scelta andrà benissimo, più adatto ad essere cotto a lungo, quale spalla o pancia.
Portata secondi piatti di carne
Cucina ricette dell’autunno, ricette dell’inverno

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.