Oggi in cucina con Lalla prepariamo le tagliatelle e calamaretti spillo. Tagliatelle fatte in casa, di grano duro Senatore Cappelli in purezza …oramai ci abbiamo preso gusto, no?
E quei mitici calamaretti spillo che, ogni volta che entro in pescheria, cerco. Piccoli, prelibati, teneri e saporiti, dalla carne bianca che regalano quel sapore di mare delicato che  mi affascina. E così rari da trovare.  

Ho scelto di accompagnare i calamaretti con un pesto profumato inventato (nel vero senso della parola) al momento. Foglie di sedano, prezzemolo, origano fresco, qualche foglia di basilico, granella di pistacchio e parmigiano reggiano. Un mix fresco e stuzzicante. Non volevo il sugo rosso, assolutamente, ma potete anche optare per due pomodori pachino appena saltati in padella.
I calamaretti spillo, calamaretti velo o spunciacurrente, i piccoli calamari, dal sapore così goloso da non stancare mai.

Note alla ricetta delle tagliatelle e calamaretti spillo:

  • i tempi che indico non comprendono la preparazione delle tagliatelle fatte in casa, considerate un paio di ore comprensive di riposo dell’impasto;
  • ho scelto di mettere un uovo di meno nell’impasto delle tagliatelle ( 1 uovo intero ogni 100 g di farina) ed ho aggiunto un pò di vino bianco secco per renderle più fresche. Se scegliete di non mettere il vino aggiungete un altro uovo intero;
  • il pesto è del tutto soggettivo, fatelo con quello che preferite mantenendo sempre un tono fresco e non troppo insistente che potrebbe “ammazzare” il sapore del pesce. 
come fare le tagliatelle e calamari spillo

Tagliatelle e calametti spillo

Tagliatelle fatte in casa e condite con i delicatissimi calamari spillo.
Preparazione 5 min
Cottura 5 min
Per fare le tagliatelle: 2 h
Totale 2 h 10 min
Porzioni 3 persone

Ingredienti
  

Per le tagliatelle:

  • 300 g farina di grano duro ( io Senatore Cappelli)
  • 2 uova intere
  • 60 ml vino bianco secco

Per il condimento:

  • 300 g calamaretti spillo
  • 1 spicchio aglio
  • peperoncino
  • foglie di sedano
  • prezzemolo
  • origano fresco
  • granella di pistacchio
  • parmigiano reggiano a piacere
  • olio extravergine di oliva

Procedimento
 

  • Se optate per fare le tagliatelle in casa, ci vogliono davvero pochi minuti, fatelo un pò prima. 
    Versate nella planetaria la farina e le uova ed iniziate ad impastare aggiungendo un pizzico di sale e mano a mano il vino ( ne ho usati circa 60 cc) regolandovi voi anche in funzione della farina che userete. Bastano pochi minuti e l'impasto sarà compatto e liscio. 
    Se preferite impastare a mano fate la classica fontana con la farina e versate al centro le uova ed il sale. Con l'aiuto di una forchetta convogliate poca farina alla volta verso il centro ed impastate via via fino a che tutta sarà amalgamata alle uova ed il vino. 
    Formate una palla e lasciate riposare da 30 minuti a 2 ore sotto una campana di vetro. 
    Trascorso il tempo tirate con il mattarello o suddividete l'impasto in 2 o 3 pezzi e fateli passare attraverso la sfogliatrice. Ricavate poi le tagliatelle o tagliolini se preferite e lasciateli asciugare all'aria.
  • Preparate nel frattempo il pesto frullando ( meglio se avrete tenuto bicchiere e lame in frigorifero almeno 30 minuti in modo che il calore che si sviluppa non faccia evaporare gli aromi delle erbe) le erbe che avete scelto insieme ai pistacchi, il parmigiano e l'olio extra vergine di oliva versato a filo.

Cuocete i calamari :

  • Scaldate in una padella l'olio extravergine di oliva e fate imbiondire uno spicchio d'aglio svestito e privato dell'anima. 
    Eliminatelo quando bello colorito. 
    Aggiungete i calamaretti, il  peperoncino spezzettato e fate saltare su fiamma piuttosto vivace, mescolando spesso, per davvero non più di 2 o 3 minuti. 
    Spegnete il fuoco e tenete da parte.
  • Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, conservate mezza tazzina di acqua di cottura e scolatele quando vengono a galla. 
    Trasferite le tagliatelle nella padella con i calamaretti, mantecate – mescolando sempre velocemente – con il fondo di cottura e l'aggiunta, se serve, dell'acqua di cottura tenuta da parte.
  • Trasferite la pasta nei piatti individuali guarnendo con un pò del pesto che avete preparato. 
    Servite caldissimo !
Portata Primi Piatti, primi piatti con il pesce
Cucina pesce, ricette di primavera

Sbirciate altre idee con i calamari: dai calamari con un delicato ripieno,  ad una tiepida insalata di calamari e puntarelle o un profumato piatto di spaghetti calamari e pesto

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.