Vellutata di cavolfiore: facile e stra buona!

una nuova vellutata: vellutata di cavolfiore

Vellutata di cavolfiore: facile e stra buona!

Aggiornato il 7 Gennaio 2020 da Lalla

Content here.
Content here.
Content here.
Content here.

Ecco come ho inaugurato la cucina subito dopo le Feste: vellutata di cavolfiore. Sorprendentemente buona, cremosa, delicata e leggera!
Lo so, molti storcono la bocca quando sentono dire cavolfiore: indigesto, puzza, pesante e forte. Ecco, lasciatevi tentare dalla vellutata di cavolfiore perchè ne sarete entusiasti e la farete e rifarete.
Non è indigesta e non puzza – dipende dalla cottura! – la patata le da la perfetta consistenza ed al palato risulta davvero delicata.
E…davvero lavoro minimo per portarla in tavola.

Il segreto perché la vellutata di cavolfiore sia leggera e sorprendentemente appagante per occhi e palato è nella cottura. A vapore.
Ebbene si, cuocete le patate con del brodo vegetale e, anziché coprire con coperchio, copritele con il cestello  per cuocere a vapore su cui avrete disposto il cavolfiore diviso in cimette e poi coperto con un coperchio.
Cuoceranno nello stesso tempo ed il cavolfiore assumerà tutti i profumi della cottura della patata. Provate per credere! E nessuna puzza in cucina! Ve lo garantisco. 

Uso spessissimo cuocere a vapore le verdure perchè una cottura sana, pulita, leggera e le verdure mantengono integri i loro principi nutritivi e la loro consistenza.

una nuova vellutata: vellutata di cavolfiore
Qualche pomodoro rosso secco tritato, olive nere – ho usato la polvere, ma potete anche tritare quelle fresche – e un filo di olio extravergine di oliva per completare e poi ditemi se davvero non è spaziale e appagante! Potete, se vi piace di più, completare anziché con le olive, con dell’origano secco. Magari quello siciliano che ha un aroma unico ed inconfondibile e ci sta benissimo. 

Vero, ditemi se sbaglio, che di questo periodo, con questo freddo le minestre vellutate e zuppe sono il perfetto comfort food.

Note alla ricetta:

ho fatto tutto molto ad occhio perchè nulla di programmato e le dosi che indico sono anche un pò ad occhio;
le cime ricavate da un cavolfiore medio e una patata grande. Magari, se non ce l’avete grande, usatene due piccole – medie.

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 2 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....