Tagliatelle funghi porcini e capesante

tagliatelle funghi porcini e capesante

Tagliatelle funghi porcini e capesante

 Tagliatelle funghi porcini e capesante: il piatto tipico della domenica. Almeno per me che mi posso gustare un primo piatto solo la domenica.
E se poi le tagliatelle sono fatte in casa, allora la soddisfazione è doppia.
Le capesante sposano benissimo il sapore “terroso” del fungo porcino ed il risultato è un primo piatto intenso e gustoso.
Il profumo si sprigiona in cucina e poi in bocca.

Comprate le tagliatelle fresche e preparare le tagliatelle funghi porcini e capesante diventa un gioco da ragazzi.
A parte gli scherzi: il condimento è davvero semplice e rapido da cucinare, pochi ingredienti essenziali ma intensi.
Serve solo un po’ di accortezza nel pulire i funghi porcini.

Come pulire i funghi porcini:

eliminate la parte finale del gambo, quella più piena di terra; spellate il restante gambo.
Passate delicatamente con un panno umido la cappella del fungo per eliminare qualsiasi residuo di terra.
Potete, se volete, eliminare anche la parte spugnosa interna alla cappella.
Non buttate nulla di questi scarti!
Trasferite il tutto in tegame sufficientemente alto, senza il minimo di acqua. Fate tostare bene gli scarti, pressando con un cucchiaio di legno.
Bagnate con un bicchiere di acqua gelata: lo shock termico farà fuoriuscire tutti gli aromi del fungo porcino.
Allungate con altra acqua, portate ad ebollizione e cuocete il brodo di funghi per una ventina di minuti.
Filtrate, trasferite in un contenitore e, se lo userete nel giro di pochi giorni, trasferite in frigorifero.
Ponetelo viceversa nel congelatore pronto per poter profumare di fungo qualsiasi piatto.

tagliatelle funghi porcini e capesante

Tagliatelle funghi porcini e capesante: pochi ingredienti ma quelli giusti per un primo piatto dai sapori intensi e tipici autunnali

 

Note: 

i tempi di preparazione che indico comprendono le tagliatelle fatte in casa; se le comprate già fatte considerate circa 10 minuti per la pulitura dei funghi porcini.
A me piace unire un minimo di semola di grano duro nell’impasto all’uovo, conferisce quel che di “ruvido” che adoro. Potete benissimo usare solo farina 0.

Valutazione della ricetta

  • (0 /5)
  • 0 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....

Leggi altro:
La ricetta di un pesto agli agrumi sublime
Pesto agli agrumi: da fare e rifare

Immaginate un...

I browies
I Browies

I browies...

Chiudi