Strangozzi pesto di rucola e confit

Come fare gli strangozzi pesto di rucola e confit

Strangozzi pesto di rucola e confit

Nella scorsa domenica di voglie di primavera ho preparato gli strangozzi pesto di rucola e confit. Un primo piatto inno alla semplicità, alla tranquillità ai profumi e alla primavera.
Ho scelto gli strangozzi perché volevo un formato grosso che legasse tutta la fluidità del pesto di rucola senza perdersi i pomodori pachino confit. Per accompagnare quel gusto rustico e grossolano che è alla base della loro preparazione: acqua, farina e sale, rigorosamente fatti a mano. Scegliete comunque un formato di pasta altrettanto consistente e rustico.

Rucola, rughetta o rugola comunque la chiamate – io di solito rughetta – dal quel sentore vagamente pungente al quale si contrappone il dolce/acido dei pomodori pachino confit. Li adoro e li mangerei in mille ed una occasione, in mille ed uno piatti. Pomodori pachino divisi a metà e lasciati “appassire” in forno cosparsi di zucchero e erbe aromatiche.

La ricetta degli strangozzi pesto di rucola e confit

Ho provato un po’ i vari metodi per fare i pomodori confit: dal semplice zucchero semolato, al sale bilanciato (per le verdure di regola è  700 gr di zucchero per kg di sale). Quello che però mi è piaciuto di più in assoluto è stato quello imparato alla scuola di cucina Les Chefs Blancs nel mio corso base: saturare la superficie dei pomodori con lo zucchero a velo ( non vanigliato, mi raccomando!) setacciato con o senza l’aggiunta di erbe aromatiche.

Il bello è che i possono preparare con netto anticipo e magari anche, se fatti in abbondanza, conservati sott’olio da usare in mille occasioni. Il tempo di cottura è piuttosto lungo e lento: si appassiscono in forno a 100/120 ° per un paio di ore ( 4 ore se tenete la T del forno a 80°) in modo che perdano lentamente la loro acqua di vegetazione senza bruciare. Potete profumarli a vostro gusto e fantasia! Sbirciate anche questi pici allo zafferano o l’insalata di cous cous e feta greca dove sempre i pomodori confit danno il meglio di se

Volete ridere? AD ogni forchettata di strangozzi pesto di rucola e confit esclamavo: “Sono buonissimi!” invasa dalla loro freschezza, delicatezza e profumi. 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Valutazione della ricetta

  • (4.8 /5)
  • 3 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....

Leggi altro:
ricetta di anelli di zucchine in teglia su semplicemente cucinando
Tronchetti di zucchine in teglia

Un piatto...

zucchine ripiene
Zucchine ripiene mediterranee

Se è...

Chiudi