schiacciata alla fiorentina

Schiacciata alla fiorentina: la si mangia solo a Carnevale!

Continua il nostro viaggio alla ricerca delle ricette tipiche di Carnevale e, con la schiacciata alla fiorentina, torniamo, dopo il berlingozzo di Prato, in Toscana.
Il nome vi avrà fatto pensare ad una ricetta salata ed invece è un dolce sofficissimo e buonissimo.

La schiacciata alla fiorentina è una torta lievitata al profumo di arancia ricoperta di zucchero a velo le cui origini sono antichissime e tradizionalmente preparata nel solo periodo di Carnevale.
Nel Settecento era chiamata Schiacciata delle Murate perché realizzata dalle suore dell’omonimo convento di Via Ghibellina. Quando il convento fu trasformato in carcere la schiacciata alla fiorentina veniva offerta a conclusione dell’ultimo pasto del condannato.   Oggi non può e non deve mancare il martedì grasso.

I puristi preparano la schiacciata alla fiorentina solo in teglie rettangolari, non accettano il farcirla con la panna (si trova molto spesso oramai) e non può mancare il giglio di cacao amaro.
Mi sono talmente concentrata su quel giglio che alla fine, non ho occhio, ne ho predisposto uno stencil enorme 😉 . Potete sicuramente farlo più piccolo! Certo è che quella spolverata di cacao amaro ci sta benissimo anche nel gusto.

La ricetta della schiacciata alla fiorentina fu ripresa anche da Pellegrino Artusi che ne propose due versioni una con il solo strutto – che lui chiamava stiacciata “unta” ed una con i ciccioli.
La ricetta tradizionale, infatti, prevede l’uso dello strutto sostituito, nel tempo, da burro o olio.

Inizialmente si trattava fondamentalmente di pasta di pane arricchita di uova, butto, zucchero e succo di arancia; con il tempo la ricetta è andata via via modificandosi ed oggi ne esistono infinite versioni.
L’agente lievitante deve essere il lievito di birra e non il lievito per dolci.

Abbiamo già fatto tante altre ricette di Carnevale, a parte le classiche – ma d’autore 😉 frappe, castagnole  e krapfen , i tortelli di marmellata, e le tagliatelle fritte emiliane. 

schiacciata alla fiorentina: la ricetta di carnevale toscanoNote personali alla ricetta della schiacciata alla fiorentina:
la doppia lievitazione richiede un pò di tempo a disposizione; cercate di far lievitare il dolce nel forno con le lucine accese in modo che la T sia giusta e costante. In questo caso l’abbattitore diventa una mitica cella di lievitazione!
All’inizio il composto è molto appiccicoso – a voce alta mi sono detta: “sembra stracciatella” , ma… proseguite fiduciosi a far lavorare la planetaria….si incorda alla perfezione in una ventina di minuti (non supero mai i 90 giri minuto).
Ho usato una teglia di circa 20×33 cm per le quantità indicate.

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (4.8 /5)
  • 3 ratings

, ,

Condividi