Risotto topinambur e cozze

Risotto topinambur e cozze

Aggiornato il 27 Dicembre 2020 da Lalla

Adoro il topinambur con quel suo vago sentore di carciofo ed in questo risotto topinambur e cozze tutto quel suo aroma si esprime a 360°. Con estrema semplicità.
Ho scritto cozze, di fatto, però,  avevo solo il liquido avanzato della sera prima da un bel piatto di impepata di cozze.
Ho usato quel liquido – ha regalato la giusta sapidità al risotto – al posto del brodo vegetale per tirare il riso ed il risultato mi è piaciuto tantissimo.

Il risotto topinambur e cozze si prepara nei regolari 18-20′ classici perchè il topinambur è aggiunto a crudo e cuoce insieme al riso.  Tagliato a cubetti non grandi ha lo stesso tempo di cottura del riso e… tenetene da parte qualche fettina sottile sottile che friggerete all’ultimo in poco olio per dare un tocco di croccantezza.
E’ buonissimo! 

Se vi piace l’accostamento con le cozze e le avete fresche vi basterà semplicemente aprire le cozze e con la loro acqua tirate il risotto. Detto e fatto in pochissimi minuti.
Avevo già testato il connubio topinambur -pesce in questo piatto di pasta con il tonno fresco ( buonissimo!) o finger food con lo sgombro e mi è venuto naturale pensare di utilizzare così l’acqua delle cozze.
Se, invece, volete il risotto e topinambur in purezza preparate il brodo vegetale con la loro buccia:
lavate bene i topinambur per eliminare qualsiasi residuo di terra; sbucciateli e fate tostare le bucce sul fondo del tegame senza alcun grasso aggiunto; devono proprio colorirsi.
Bagnate con acqua gelata: lo shock termico farà uscire tutto l’aroma dalle bucce. Allungate con tanta acqua quanta ve ne servirà per tirare il risotto, portate a bollore e cuocete 15′.
Filtrate il  brodo ed utilizzatelo. Provare per credere!

Una parolaccia topinambur? Se lo conoscete e vi piace no, assolutamente, se non lo conoscete dovete conoscerlo perchè estremamente versatile in cucina e regala aroma delicato ma insistente a tantissimi piatti. Anche solo il può aggiunto di 2 o 3 pezzetti di topinambur si arricchisce.

topinambur nel risotto con le cozze

Immagine scaricata dal web

Il topinambur o rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme è un tubero ipocalorico (73 Cal/100g)  ed adatto anche ai diabetici perchè dal basso indice glicemico (50).
Ha una forma piuttosto bitorzoluta ed irregolare – complica un pò sbucciarlo – e, come il carciofo, una volta sbucciato si ossida ed annerisce all’aria.
Utile, anche in questo caso, man mano che lo sbucciate tuffarlo in acqua acidulata con succo di limone.
A me ricorda tanto nella sua forma, lo zenzero fresco anche se la buccia del topinambur è più scura, tendente al violaceo e non chiara come quella dello zenzero.
Si presta ad essere utilizzato in tantissime ricette da semplicemente bollito, arrostito come le patate o crudo ( a me non piace molto crudo); sbirciatelo anche in questi  involtini di vitella o nella vellutata con la zucca. 


Note alla ricetta:

considerate che il rapporto riso brodo vegetale per cuocere il risotto è pari a 1,5 lt brodo per 400 g di riso;
se usate il liquido delle cozze per tirare il riso attenzione a salare perchè risulterà sapido già di suo; correggete quasi a fine cottura del riso

Se PROVI LA RICETTA fammelo sapere:
SEGUI @semplicementecucinando
PUBBLICA con l’hastag #semplicementecucinando
Sarò felice di condividere la tua rielaborazione! 
Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....