Red velvet cake gluten free: tante sfide in una

redvelvet cake gluten free

Red velvet cake gluten free: tante sfide in una

A me, lo confesso, è preso un colpo quando ho visto il tema della sfida di questo mese dell’MTChallenge…”vabbè, questa volta non si può  fare” mi è uscito parlando da sola ed ho cambiato scheda sul browser.  La red velvet cake…Maestosa e complicata, elaborata e guarnita e per di più gluten free…no, non fa per me;  la verità è che non amo mangiare i dolci quindi non li amo cucinare, o meglio mi ci muovo male, non so cosa aspettarmi se cambio qualcosa e di fondo mi appago giusto assaggiandoli.
Non provarci sarebbe stata una rinuncia al buio; di fatto amo essere stimolata e non mi andava giù di non provare; ci sono tornata, ho letto e riletto, ho metabolizzato, ho cominciato a pensare come l’avrei farcita se ci avessi provato; facendo la spesa cercavo distrattamente quello che mi sarebbe servito, dal colorante alla farina di riso che non vedevo da nessuna parte…era fatta! Nel mio intimo sapevo che avrei provato e allora….non aspettiamo l’ultimo minuto e domenica mattina, armata ed organizzata, mi ci sono messa. Certo  gli stampi 18/20 cm non li ho trovati,  i miei sono tutti più grandi, di 22 cm usa e getta li avevo visti e…meglio di nulla, sarebbe venuta un poco bassina.

Ho seguito alla lettera le indicazioni di Stefania per quanto riguarda l’impasto ed ho farcito con una crema al limone a cui ho aggiunto dei mirtilli perchè, nella mia testa, c’era l’intenzione di guarnire poi il tutto con dei mirtilli al maraschino che ha fatto mamma e che offro sempre con il gelato di crema al limone, i due sapori si sposano benissimo secondo me.  Alla fine i mirtilli con il maraschino non ho avuto il coraggio di metterli : non ho trovato nulla che mi garantisse che  potevo usare il maraschino liberamente immaginando di preparare la torta per chi è affetto da celiachia.  Così, cambio dell’ultimo momento, ho guarnito – alla meno peggio, lo so ;-), le piccole red velvet prima con un pò di impasto sbriciolato – gli avanzi fra un disco e l’altro –  e poi con una crema al burro di cui ho trovato la ricetta   qui   .

Rimando per la base alle dettagliatissime spiegazioni di Stefania, marche dei prodotti compresi,

Dimenticavo…il tacco meglio fatto in pasticceria in assoluta mancanza di contaminazione da farine piuttosto che ai miei piedi…un’altra sfida sarebbe stato davvero troppo per me ;-)!

redvelvet  cake

Partecipo alla sfida di febbraio del MTChallenge

Valutazione della ricetta

  • (0 /5)
  • 0 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....

Leggi altro:
la ricetta degli involtini di petto d tacchino asparagi
Tacchino asparagi profumi e aromi

Gli involtini...

insalata di carciofi e arance
Insalata di carciofi e arance

Insalata di...

Chiudi