Polpette di pollo con finocchi e olive nere.

Polpette di pollo con finocchi e olive nere: facili e veloci!

Chi non ama le polpette alzi la mano! Oggi vi propongo la ricetta delle polpette di pollo con finocchi e olive nere. Un secondo piatto facile, veloce e gustosissimo.
Le ho chiamate di pollo, ma di fatto le ho fatte con il petto di tacchino anziché il petto di pollo. La carne del petto di tacchino è leggermente più grassa e, alla fine, risulta meno stoppacciosa di quella del petto di pollo. E’ anche più nutriente. Potete però, tranquillamente, preparare le polpette con il petto di pollo.

Ho arricchito le polpette con un finocchio appena salato in padella, una grattata di buccia di arancio e alcune olive nere. Il risultato ci è piaciuto tantissimo! Aromi e sapori che si sposano benissimo fra di loro. La dolcezza della carne e del finocchio è mitigata dalla leggera acidità data dalla scorza di arancio e dalle olive nere.
Che poi… chi non ha mai fatto il petto di pollo all’arancio? E un’insalata di finocchi e arance? Ecco che ritroviamo tutti gli ingredienti insieme ma in piatti diversi.

Velocissimo, praticissimo, le polpette di pollo con finocchi e olive nere sono un secondo piatto perfetto anche per questo primo tepore delle giornate.  E’ perfetto per essere anche riscaldato il giorno dopo se dovessero avanzare o se volutamente ne preparate in eccesso. 

Non ho messo formaggio filante dentro le polpette, non serve; sono gustosissime così e la leggera infarinatura dona loro una cremina che si fonde con i finocchi che finiscono di cuocere insieme alle polpette.

Versatile in cucina, adatto a mille cotture e preparazioni diverse, il petto di pollo è davvero frequentissimo sulla mia tavola. Da semplicemente fatto alla piastra e poi servito con olio e limone, a impanato e cotto al forno  e servito con i pomodori freschi, a condito con limone e curry per una nota più speziata.

Note alla ricetta: 

per 500 g di carne uso sempre solo 1 uovo; se è vero che l’uovo aiuta a compattare il tutto è anche vero che in cottura tende a rendere le polpette più dure. 1 uovo mi sembra la giusta via di mezzo.
Il numero di polpette che otterrete dipende, ovviamente, da quanto le fate grandi.
Ho preso spunto da Sale&Pepe. 

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 3 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....