Penne pomodori confit e feta greca

Penne pomodori confit e feta greca: profumate e leggere!

Penne pomodori confit e feta greca, un primo piatto fresco, leggero, delicato e colorato. Di per sé non lungo, il tempo serve per preparare i pomodori confit.
La feta, appena aggiunta al pasta calda, tenderà a sciogliersi leggermente e a formare una cremina deliziosa densa e profumata di pomodori ed i loro aromi. Con questa tecnica di cottura i pomodori tirano fuori tutto il loro aroma.

Vale la pena, però, una volta che decidete di preparare i pomodori confit, di farne due belle teglie piene; i pomodori che non utilizzate si conservano per diverso tempo in un contenitore sigillato posto in frigorifero. E troverete mille ed una occasione per utilizzarli. Perfetti, ad esempio, in piena estate, in un cuscus jolly in mille occasioni; a contrasto con un pesto di rughetta o con il pesce .
Considerate che durante la cottura perdono parecchio peso e la resa non è altissima. Vero però che il profumo ed il sapore ne è decisamente esaltato.

Confit è una tecnica di cottura nata in Francia e tecnicamente significa conservare. In  questo modo, infatti,  i pomodori – ma non solo pomodori – vengono cotti in forno cosparsi di olio, zucchero, sale e erbe aromatiche, a T basse e per un tempo piuttosto prolungato. In questo modo perdono tutta la loro acqua di vegetazione senza però perdere le loro caratteristiche organolettiche  e si conservano a lungo.
Alla fine della cottura troverete sulla placca del forno  – o carta forno, se la utilizzate, un fondo di cottura che sarà tanto più profumato e saporito, quanti più aromi avrete utilizzato. Se userete tutti i pomodori cotti, quel liquido sarà il condimento per le vostre penne pomodori confit e feta greca. Considerate che durante la cottura perdono parecchio peso e la resa non è altissima. Vero però che il profumo ed il sapore ne è decisamente esaltato.

Se invece ne avrete fatti in eccesso, quel fondo lo verserete nel barattolo a coprire i pomodori da conservare in frigo. Se non ne fossero completamente ricoperti e intendete conservarli per parecchio tempo, abbiate cura di aggiungere tanto olio quanto basta perché siano totalmente immersi.

La temperatura a cui cuocere i pomodori dovrebbe stare fra gli 80° ed i 95° al cuore per far si che i pomodori mantengano le loro proprietà. I tempi, ovviamente, variano in funzione della Temperatura di cottura.  Occorreranno  circa 2 ore, ma sui tempi precisi regolatevi con il vostro forno: alla fine devono risultare appassiti, coloriti ,ma non bruciati. Il rapporto zucchero/sale è di circa 25 g del primo e 10  g di sale per kg di pomodori.
Alla scuola di cucina li preparammo per una insalata di farro e lo Chef ci fece invece usare solo zucchero a velo setacciato sulla superficie dei pomodori – tagliati in due e con la parte piatta verso l’alto – fino a saturazione;  ossia sino a quando lo zucchero non rimaneva visibile sulla superficie. Conditi poi con sale e olio extravergine di oliva. Ottimi anche così devo dire.

Fatti i pomodori, portare a tavola le penne con pomodori confit e feta greca è un attimo. Il tempo di cottura della pasta.
Ho scelto le penne al farro per questo piatto e garantito che l’aroma del farro in questo contesto è perfetto!
Pinoli tostati in padellina antiaderente senza alcun grasso aggiunto e qualche fogliolina di timo fresco hanno fatto il resto. Profumati, invoglianti e leggeri!

 

Penne pomodori confit e feta greca

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

,

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....