Pasta carciofi e guanciale

pasta carciofi e guanciale

Pasta carciofi e guanciale

Pasta carciofi e guanciale è un primo piatto facile e veloce, ma goloso e saporito che porta in tavola la primavera e due prodotti tipici laziali: il carciofo romanesco ed il guanciale.
Apparentemente di origine banali, il carciofo nasconde un sapore meraviglioso e la caratteristica, per la presenza di cinarina, di far sempre dolce tutto quello che mangiamo dopo.
In questo piatto di pasta le note amare del carciofo compensano la “ricchezza” del guanciale e del parmigiano a completamento. Un mix di croccantezza e gusto pazzeschi.

La pasta con carciofi e guanciale si prepara davvero in pochissimi minuti e due i passaggi fondamentali nel preparare il sugo:
tagliate a listerete non troppo fini il guanciale e mettetelo in tegame SENZA NESSUN GRASSO AGGIUNTO. Non serve.
Tenete la fiamma piuttosto bassa per evitare che il guanciale bruci e lascatelo andare fino a che diventerà colorito e croccante fuori e morbido dentro.

Togliete il guanciale dal tegame e nello stesso fondo cuocete i carciofi tagliati a fettine: 12/15 minuti, a seconda delle spessore, ma non di più DEVONO RIMANERE CONSISTENTI AL MORSO. E’ tutto qui per un primo piatto cremoso e saporito. 

Avete mai notato come ogni abbianmeneto che fate con il carciofo riesce a mettere in evidenza le caratteristiche strane di questo ortaggio?
Pazzesco il connubio con il formaggio di Fossa , dolci e carnose le seppie con i carciofi , perfetta la torta salata bieta e carciofi 
Finalmente sui banchi del mercato sono arrivati i carciofi romaneschi e naturalmente quelli ho usato in questo piatto.
Tondo, senza spine, questa varietà ha ottenuto, dal 2002, l’indicazione geografica protetta Carciofo romanesco IGP del Lazio.
E’ tipico del litorale laziale e di alcune arre protette di Viterbo, Roma e Latina.

Il guanciale, ben diverso dalla pancetta – lo dicono i loro stessi nomi : il guanciale si ottiene dalla guancia, la pancetta dalla pancia del maiale; la sua produzione trova origine nella zona che va da Amatrice al Lago di Campotosto.
Il guanciale è molto più grasso della pancetta, ma enormemente più saporito e  speziato… in questo primo piatto lo sentirete tutto.

Un’ultima dritta: non buttate le foglie esterne dei carciofi e le parte più dura del gambo.
Cuoceteli in acqua salata finché diventano teneri. Frullate il tutto e surgelate. Un’ottima crema da mangiare come tale o da aggiungere ed insaporire mille ed uno piatti.

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....