Pane con semola rimacinata: la ricetta di Giorilli

pane di semola rimacinata

Pane con semola rimacinata: la ricetta di Giorilli

E torno a panificare, con le soddisfazioni che solo il pane fatto in casa sa dare: pane con semola rimacinata del Maestro Giorilli.

Il suo profumo che invade casa è pura magia. Semplice da preparare con una croccantissima e spessa crosta e la mollica interna morbida. 
Il pane con semola rimacinata è perfetto in tutte le occasioni: tostato la mattina a colazione, servito a tavola o imbottito per dei genuini panini. 

La ricetta del Maestro prevede l’uso della pasta madre, ma, se volete provare con il lievito di birra secco o fresco, leggete  come convertire il lievito naturale.
Se invece avete il li.co.li sbirciate la versione del pane di semola di Antonella Scialdone che mi ha dato comunque tanta soddisfazione

Altra peculiarità è l’autolisi del secondo impasto ( se usate la pasta madre): mescolerete cioè acqua, farina e lievito madre e lascerete che la farina assorba piano piano l’acqua.
In questo modo l’impasto si formerà molto prima diventando in pochi minuti liscio ed elastico. Otterrete un volume finale maggiore, maggiore alveolatura e sofficità della mollica.

Panificare è terapeutico… devo necessariamente rallentare dai ritmi frenetici della giornata per assecondare e coccolare con pazienza i suoi tempi.
Sola farina di semola rimacinata di grano duro per un impasto assolutamente gestibile in tutte le sue fasi.

Vi lascio la percentuale degli ingredienti di modo tale che, se preferite un peso finale diverso, possiate ricavarle senza impazzire:

65% di acqua sul totale della farina
0,5% di malto sul totale della farina
1,8% di sale sul totale della farina.

La ricetta è tratta dal suo bellissimo ed esplicativo libro “Panificando”.
Il libro è davvero completo e dettagliato – forse anche troppo tecnico – e la parte esplicativa è sempre completata da bellissime ricette.
Descrive non solo le caratteristiche chimico – fisiche delle farina e dei vari tipi di lieviti, ma anche di tutte le singole fasi della panificazione.
Indubbiamente da studiare, e non solo leggere, ma piano piano ci si entra dentro metabolizzando un sacco di utilissime nozioni.

Andiamo a panificare?

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....