piadina romagnola con salsiccia per la sfida n 40 del MTC - la ricetta di Semplicemente Cucinando

Mica pizza e fichi!…la piadina per l’MTC

Mica pizza e fichi!..ma la piadina romagnola per l’MTC  sarebbe come dire “Mica stiamo parlando di pizza e fichi, ma…della piadina romagnola per l’MTC” .
Ebbene si, per la sfida n° 40 del MTC  grazie a Tiziana de L’Ombelico di Venere ci sfidiamo con la piadina romagnola.
Scommetto che sono state quelle palline bianche e nere a portarvi qui così come una pizza al taglio nera con mozzarella di bufala e pachino ha portato me ad entrare nella pizzeria l’altro giorno.
Il colpo d’occhio  e  la curiosità infinita di capire cosa fosse il nero  mi hanno fatto  venire voglia di pizza all’istante e all’istante sono entrata.
Con la massima disinvoltura, mentre mi  preparava il pezzo di pizza, ho sommerso il pizzaiolo di domande…”carbone vegetale” ….già…carbone vegetale; ha il suo razionale in un impasto; “in che quantità?”….”al 1% in peso rispetto a quello della farina”; e nella mia frenesia di anticipare le risposte gli ho fatto anche fare i calcoli sbagliati   🙂 .
Da li ad arrivare di decidere di tentare almeno un impasto con il carbone vegetale per la piadina romagnola di Tiziana…beh…il passo neanche c’è stato, è stato un tutt’uno.

Chi non sa che il carbone vegetale si usa in compresse per il meteorismo e/o l’aerofagia? Per il malessere diffuso dovuto alla famosa “aria nella pancia” ?
Il carbone vegetale “adsorbe” , incorpora i gas in eccesso. Il razionale è già spiegato : la pizza è molto più digeribile e leggera.
Forse però non tutti sanno che la polvere di carbone vegetale  attivato è l’antidoto per eccellenza nelle intossicazioni da alcuni farmaci; perché sia efficace dev’essere però assunto in polvere ed i dosi decisamente alte, almeno 10 volte la dose di sostanza tossica ingerita.

Dal decidere di tentare l’impasto nero al riempire la prima piadina con fichi e prosciutto…beh…altrettanto breve: pizza e fichi, spesso abbinata al prosciutto crudo,  è davvero uno degli spuntini più buoni in assoluto: pizza bianca tagliata in due e riempita con fichi e prosciutto…un mito!
Per imbastardire – passatemi il termine affettuoso e scherzoso – le piadine romagnole ho usato nella seconda proposta un impasto di salsiccia cruda con il quale la mia mamma, emiliana nell’osso, farcisce spesso le “tigelle” .

Ho seguito esattamente le indicazioni di Tiziana impastando però con l’impastatrice e dividendo  l’impasto in due parti, impastandoli separatamente e aggiungendo nel secondo 2,5 g di carbone vegetale – l’1% idei 250 g di farina.

piadina romagnola per MTChallenge

Piadina romagnola al carbone vegetale con prosciutto e fichi

L’accostamento dei fichi al pane risale agli antichi romani, solo con il tempo è stato aggiunto il prosciutto crudo dando così vita ad uno dei piatti più semplici e nutrienti della tradizione romana.
La leggenda vuole che la fondazione di Roma risalga proprio al fico il cui albero era detto “ruminale” – da “rumus” in latino mammella – da cui deriverebbe il nome di Roma poiche’,  proprio un albero di fico sarebbe stato il luogo in cui i gemelli Romolo e Remo ricevettero il primo nutrimento dalla Lupa.

Lo so, sono i primissimi fichi, forse davvero la prima volta che li ho visti al mercato, ma mia intenzione solo condividere con voi “pizza e fichi” che a me piace da matti.
Avrete tutta l’estate e settembre ancora meglio, per gustare quel contrasto di consistenza e di dolce e salato che qui davvero non perde un colpo.

Beh…da spiegare c’è ben poco : appoggiate sulla metà di un piadina il prosciutto crudo – meglio se non proprio il San Daniele – e ricopritelo con i fichi sbucciati…Conoscete il detto “pela il fico all’amico e la pesca al nemico” ?
Piegate in due la piadina ancora caldissima e …buon appetito   😎 !

piadina fichi prosciutto per la sfida n 40 del MTC - Semplicemente Cucinando

Piadina romagnola con crema di salsiccia  

Questa domenica di vento, acqua, pioggia e temperature decisamente in calo mi hanno assistita nelle mie scelte …ohhh…ma mica può andare sempre di traverso ?!
Ho schiacciato in una ciotola le salsicce – fresche, freschissime – fino a ridurle quasi in crema, le  ho compattate con una grattata ad occhio di parmigiano reggiano- si deve appena percepire il saporito – e aromatizzato con un pezzetto di aglio sbriciolato.
Il ripieno per le piadine è fatto: una foglia di insalata tipo iceberg per colorare e rinfrescare la piadina.

piadina romagnola con salsiccia per la sfida n 40 del MTC - Semplicemente Cucinando

Partecipo alla sfida del MTChallenge

BANNERpiadina - La sfida n° 40 del MTChallenge di Semplicemente Cucinando

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....

Leggi altro:
biscotti cioccolato maionese e zenzero
Biscotti con maionese…cioccolato e zenzero

Biscotti con...

Come fare le tagliatelle pesto di rucola e funghi
Tagliatelle pesto di rucola e funghi

Un inno...

Chiudi