Guacamole: semplice e perfetto

il guacamole

Guacamole: semplice e perfetto

L’estate sembra arrivata e con lei il tempo di BBQ, carne e pesce grigliata e di guacamole.
Quella salsa tanto semplice quanto buona, fresca e frizzante da utilizzare anche solo in un finger food e davvero perfetta per accompagnare anche carpacci di carne e/o pesce.
La salsa guacamole va rigorosamente prepararta all’ultimo minuto – il contatto con l’aria tende ad ossidarala facendole assumere un colore scuro. Tranquilli però perché qualche dritta per non farla annerire ve la do e…si prepara in 5 minuti 5.
Senza cottura, sporcando una sola ciotola e portando in tavola qualcosa che farà felice tutti.
Confesso che inizialmente amavo poco l’avocado, un viaggio in Cile mi ha fatto fare pace e, soprattutto nella buona stagione, entra nella mia cucina. Nella causa rellena, ad esempio, un piatto jolly estivo, ve lo consiglio di cuore, la fa da padrone.

Avocado, lime, sale e pepe gli ingredienti con cui i lontanissimi aztechi  diedero origine alla ricetta del guacamole.
Con il tempo piano piano è facile trovare l’aggiunta di pomodori, cipolla, aglio e, sia pur meno di frequente, anche spezie come cumino e coriandolo. 

Ho utilizzato l’avocado Hass, quello con la buccia verde scura e piuttosto bitorzoluta perchè secondo me molto più saporito e cremoso, a giusta maturazione, della varietà Fuerte originaria del Messico.

La prima ricetta di guacamole è da riferirsi agli atzechi che già facevano uso della loro “ahuaca-mulli” – ahuaca (avocado) – mulli (molle)  – quando entrarono in contatto con gli spagnoli già nel XIV secolo.
E, una curiosità, sapevate che gli aztechi ritenevano l’avocado un alimento erotico – rappresentava i testicoli – tanto che alla donne era fatto divieto la raccolta.

Sembra, ancora, secondo la mitologia, che l”avocado ebbe la sua massima diffusione quando il dio Tolteca offrì la prima salsa guacamole al suo popolo.

 

Qualche suggerimento per una salsa perfetta:  

scegliete un avocado piuttosto maturo;
l’aggiunta del lime ha una doppia funzione:
impedisce l’ossidazione all’aria della polpa e dona un gusto fresco e frizzante alla salsa;
se decidete di utilizzare solo mezzo avocado,
riponete in frigorifero la metà a cui avrete lasciato attaccato il nocciolo; preserva dall’ossidazione;
conservate la salsa di guacamole in frigorifero per 2 massimo 3 giorni ben ricoperta con pellicola trasparente messa proprio a contatto con la sua superficie.

Non ho aggiunto alcuna spezia per lasciare più vivo il sapore di questa magnifica salsa, ma se volete potete aggiungere coriandolo o cumino.
Non specifico nella ricetta la quantità di cipolla da utilizzare, va molto a gusto personale; per 1 avocado ho usato mezza piccola cipolla rossa di Tropea fresca.

Valutazione della ricetta

  • (0 /5)
  • 0 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....