Crackers ai semi misti... con esubero di pasta madre

Crackers ai semi misti… con esubero di pasta madre

Aggiornato il 29 Dicembre 2021 da Lalla

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Ho preparato i crackers ai semi misti con l’esubero di pasta madre per non buttare via nulla.  Una ricetta del riciclo semplicissima, velocissima, ma stra buonissima!

Croccanti il giusto, sapidi e saporiti in modo equilibrato; nati per essere portati a tavola come sostituto del pane, i crackers ai semi misti hanno finito per essere il mio spezza fame in ogni istante della giornata.

Ne ho fatta una sola teglia e meglio così perchè mai avrei smesso di mangiarne. Che ci vuole? E’ un attimo : spezzi l’angolino, mangi le briciole ( mai lasciarle) ne rubi una striscia per accompagnare un dito di vino bianco mentre cucini. Un niente e finiscono.

Leggeri, sani, gustosi, fatti in casa, sapete esattamente cosa ci mettete dentro. Con il minimo di impegno. Ne vale la pena, no?

Ho preso lo spunto da Cook – Corriere della Sera –che probabilmente usa il lievito istantaneo e, dopo aver realizzato che la preparazione era al 60% di idratazione, ho ricalcoloo il tutto in base alla mia quantità di esubero e la farina che andavo ad aggiungere.

[/vc_column_text][vc_message message_box_style=”solid” message_box_color=”grey” icon_fontawesome=”far fa-hand-point-down”]FACCIAMO DUE CALCOLI INSIEME: 

Nei miei 90 g di pasta madre al 50% di idratazione avevo 60 g di farina e 30 g di acqua; per arrivare ai 250 g di farina ho pesato 190 g di farina tipo 1 .

Acqua: il 60% di 250 è 150. Quindi 150 g totali di acqua; io ne avevo 30 nella mia pasta madre e ne ho pesati altri 120 g
1 g di acqua corrisponde ad 1 ml …per cui ho misurato 120 ml di acqua.

Ecco, la base per i crackers ai semi con esubero di pasta madre croccantissimi.
Non avete il lievito madre? Usate un lievito istantaneo, lievito secco o lievito di birra in minima quantità…non serve che i crackers lievitino.

Il resto delle aggiunte andate a sentimento… ;-).
Più o meno olio extra vergine di oliva, il tipo e la quantità di semi dipende dal vostro gusto! Ho usato i semi di sesamo e di papavero. 

[/vc_message][vc_single_image image=”37259″ img_size=”large” alignment=”center”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_toggle title=”Sapevate che…?” css=”.vc_custom_1636740426008{background-color: #5aafe8 !important;}”]

Sulla scatola della carta forno normalmente è indicata la T massima alla quale può essere utilizzata?
Ci feci caso una volta e notai che non poteva essere utilizzata al di sopra dei 180°; ora, quando la compro, verifico sempre che possa essere utilizzata almeno fino a 200°. Il massimo che ho trovato sono 220° .

[/vc_toggle][/vc_column][/vc_row]

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

,

Condividi