Chitarra crema di fave e pecorino con guanciale croccante

chitarra crema di fave e pecorino con guanciale croccante

Chitarra crema di fave e pecorino con guanciale croccante

Crema di fave e pecorino perché è maggio e simbolo indiscusso di maggio sono le fave e pecorino. In questo primo piatto tutto di primavera l’accoppiata, arricchita con del guanciale croccante a chiudere in croccantezza e sapidità,  da davvero il meglio di se.
Un condimento per un primo di pasta che prevede solo la cottura della pasta e, se vogliamo, quei 15 minuti circa per togliere la pellicina alle fave. Un lavoro noioso, si, ma si fa facilmente una volta sbollentate per un paio di minuti le fave in acqua salata.
Potete preparare prima o in abbondanza la crema di fave e al momento di andare a tavola davvero solo il tempo di cuocere la pasta. Se ne preparate di più, conservate la crema in frigorifero per un paio di giorni coperta con pellicola. Non è un pesto, ma semplicemente fave appena sbollentate e poi frullate con ul filo di acqua di cottura e un goccio di olio extravergine di oliva.
Il formato di spaghetti alla chitarra è perfetto, perchè grosso, rimane bello al dente, e la crema di fave mantecata con il pecorino avvolge il tutto in un gudurioso boccone cremoso, fresco e saporito.

Chitarra crema di fave e pecorino un primo piatto goloso, saporito, cremoso e …ci ho fatto anche scarpetta !  Qualche fogliolina di menta e di basilico regalano profumo e freschezza. 

chitarra crema di fave e pecorino, guanciale croccante

E…con fave e pecorino ancora la primavera nel piatto dopo asparagi e pachino e

 

Note alla preparazione della ricetta della chitarra crema di fave e pecorino:

→   tenete l’acqua di cottura delle fave,
vi servirà per risottare all’ultimo la pasta;
→ appena scolate le fave passatele in acqua e ghiaccio o sotto il getto di acqua corrente
in questo modo si manterranno di un bel verde acceso e bloccate la loro cottura;
→ per rendere croccante il guanciale fatevelo tagliare a fettine sottili ed appoggiatele in una padella antiaderente quando è ancora fredda
Se già bollente rischiate che il guanciale si bruci prima di diventare croccante. Il calore che cresce lentamente invece lo renderà perfetto per essere poi sbriciolato fra le dita.

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 2 ratings

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....

Leggi altro:
croccantissime e friabili ciambelline al vino
Ciambelline al vino

Pochi, pochissimi...

marmellata di mele
Marmellata di mele

Ho preparato...

Chiudi