barracuda al cartoccio

Barracuda al cartoccio

Barracuda al cartoccio: così poco conosciuto, così poco comune sui banchi delle pescherie, così strapazzato eppure… così buono.
Economico, dalle carni bianche, compatte e saporite,  se cotto a dovere non risulta affatto asciutto e stoppaccioso.

Ho scelto di cuocere il barracuda al cartoccio con tanti aromi e pomodorini intorno ed è buonissimo! Aglio, rametti di rosmarino, cipolla rossa fresca, pomodorini gialli, una manciata di uvetta. Sale ed un giro di olio extravergine di oliva. Detto questo ho detto tutta a ricetta…poi basta metterlo in forno e cuocerlo.
Spaziate con la fantasia e potete aggiungere olive, capperi, timo o gli aromi che più amate.

Un buon secondo piatto di pesce ad un costo decisamente controllato.

Le carni sono ottime e davvero non è detto che il pesce buono sia solo e sempre spigola o orata.
E’ un pesce economico di cui non esiste, o esiste poco, tradizione culinaria in Italia;  bisogna solo riuscire a valorizzarlo durante la cottura. Ha pochissime spine e ben separabili una volta cotto.

Sarà… amo assaggiare tutto per farmene una mia idea e non mi sono tirata indietro quando il pescivendolo, che ormai mi conosce, me lo ha proposto.
Il barracuda al cartoccio si è rivelato buono buono e di grandissima resa! La carni tenere, bianche e saporite addolcite dal pomodorino giallo e l’uvetta e rinfrescate dalla cipolla rossa.
Aperto il cartoccio il barracuda era contornato da un sughetto invitantissimo! Cremoso e  profumato che urlava “scarpetta!” Ero in ritardo sulla tabella di marcia, non volevo far raffreddare il pesce e mi sono accontentata della foto fatta prima di chiudere il cartoccio. Tutto uguale era, solo tutto cotto ed i pomodori e la cipolla appena appassiti.

Potete, però, scegliere di preparare il barracuda a tranci cotti in umido, al forno con le patate, lessato e condito con olio e limone. L’importante, sempre, è che non ne prolunghiate troppo la cottura.

La forma del barracuda o luccio di mare è assolutamente riconoscibile: affusolato e quasi cilindrico con un muso allungato e stretto. Impossibile non notarlo sul banco in pescheria. E se lo vedete, prendetelo, non ve ne pentirete!

Print Friendly, PDF & Email

Valutazione della ricetta

  • (5 /5)
  • 1 rating

Condividi

Potrebbero interessarti anche ....