Continua il mio girovagare fra i pesti e oggi vi propongo il pesto di carciofi.
Tempo loro e mi pare che quest’anno siano particolarmente teneri e saporiti.
In questa ricetta si mantiene vivo tutto il profumo e l’aroma dei carciofi e, una volta preparato, se ben conservato, lo potete tenere in frigorifero per diversi giorni.
Volete mettere avere un condimento pronto e anche buono sempre a disposizione?! La mia salvezza quando mi perdo e non trovo cosa offrire a mio figlio come pranzo “al sacco” quando lavora.

Ho preferito usare carciofi appena scottati in padella, mantenendoli belli croccanti, per paura che il loro sapore amaro e un po’ “rugoso” sulla lingua,  se crudi, non rendesse al meglio nel pesto.
Uno spicchio d’aglio in cottura, qualche fogliolina di menta e succo di limone al momento di frullare, hanno dato freschezza, delicatezza e aroma al pesto.

Ho aggiunto, ahimè, il parmigiano senza pesarlo, così ad occhio, assaggiando con un dito dopo ogni ritocco. Direi di averne messo 3 cucchiai.  La sua aggiunta va molto a gusto personale.
Unica accortezza: pulite benissimo i carciofi! Eliminando accuratamente le parti del gambo, le foglie più dure e il fieno interno.  Il rischio che compiano nella salsa finale degli antiestetici filetti. Bruttissimi anche se innocui in bocca 

pesto di carciofi

Pesto di carciofi

Mantine vivo tutto il sapore ed il profumo dei carciofi
Preparazione 10 min
Cottura 10 min
Totale 20 min
Porzioni 8 porzioni

Cosa ti serve

  • frullatore ad immersione

Ingredienti
  

  • 4 carciofi grandi
  • 50 g mandorle a lamelle
  • 60 g parmigiano reggiano
  • 1 spruzzata succo di limone
  • menta fresca
  • 1 spicchio aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento
 

  • Pulite accuratamente i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, tagliando via la parte finale del gambo. 
    Eliminate dal gambo le parti esterne e più coriacee e dividete a metà i carciofi. 
    Con l'aiuto di uno scavino eliminate bene l'eventuale fieno interno quindi tagliateli a fettine non troppo fini. Tuffateli via in una bacinella con acqua acidulata da succo di limone.
  • Scaldate in una padella un filo di olio extravergine di oliva e uno spicchio d'aglio diviso a metà e privato dell'anima. 
    Unite i carciofi, cuocete mantenendo la fiamma alta per circa 2 minuti e mescolando spesso. 
    Abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per 8 -10 minuti. Se si dovessero asciugare troppo unite un filo d'acqua. Salate alla fine. 
    Lasciateli raffreddare.
  • Trasferite i carciofi nel bicchiere del frullatore (io ho tolto l'aglio), unite il parmigiano reggiano, le mandorle, il succo di limone e la menta ben lavata. 
    Unite a filo l'olio extravergine di oliva e frullate. Assaggiate e correggete eventualmente di sale e parmigiano. Frullate ancora aggiungendo quel tanto di olio per ottenere la consistenza che preferite. I n genere mantengo il pesto piuttosto compatto, mi piace poi allungarlo con un filo di acqua di cottura della pasta. 
    Buon Appetito!
Portata Primi Piatti, primi piatti con verdura
Cucina pesto, pronte in pochi minuti

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.