Pasta carciofi e guanciale è un primo piatto facile e veloce, ma goloso e saporito che porta in tavola la primavera e due prodotti tipici laziali: il carciofo romanesco ed il guanciale.

Si prepara davvero in pochissimi minuti e due i passaggi fondamentali nel preparare il sugo:
tagliate a listerete non troppo fini il guanciale e mettetelo in tegame SENZA NESSUN GRASSO AGGIUNTO.Non serve.


Tenete la fiamma piuttosto bassa per evitare che il guanciale bruci e lascatelo andare fino a che diventerà colorito e croccante fuori e morbido dentro.
Togliete il guanciale dal tegame e nello stesso fondo cuocete i carciofi tagliati a fettine: 12/15 minuti, a seconda delle spessore, ma non di più DEVONO RIMANERE CONSISTENTI AL MORSO. E’ tutto qui per un primo piatto cremoso e saporito. 

Apparentemente di origine banali, il carciofo nasconde un sapore meraviglioso e la caratteristica, per la presenza di cinarina, di far sempre dolce tutto quello che mangiamo dopo.
In questo piatto di pasta le note amare del carciofo compensano la “ricchezza” del guanciale e del parmigiano a completamento. Un mix di croccantezza e gusto pazzeschi.

Avete mai notato come ogni abbianmeneto che fate con il carciofo riesce a mettere in evidenza le caratteristiche strane di questo ortaggio?
Pazzesco il connubio con il formaggio di Fossa , dolci e carnose i moscardini con i carciofi , perfetta la torta salata bieta e carciofi 

Finalmente sui banchi del mercato sono arrivati i carciofi romaneschi e naturalmente quelli ho usato in questo piatto.
Tondo, senza spine, questa varietà ha ottenuto, dal 2002, l’indicazione geografica protetta Carciofo romanesco IGP del Lazio.
E’ tipico del litorale laziale e di alcune arre protette di Viterbo, Roma e Latina.

Il guanciale, ben diverso dalla pancetta – lo dicono i loro stessi nomi : il guanciale si ottiene dalla guancia, la pancetta dalla pancia del maiale; la sua produzione trova origine nella zona che va da Amatrice al Lago di Campotosto.
Il guanciale è molto più grasso della pancetta, ma enormemente più saporito e  speziato… in questo primo piatto lo sentirete tutto.

Un’ultima dritta: non buttate le foglie esterne dei carciofi e le parte più dura del gambo.
Cuoceteli in acqua salata finché diventano teneri. Frullate il tutto e surgelate. Un’ottima crema da mangiare come tale o da aggiungere ed insaporire mille ed uno piatti.
pasta carciofi e guanciale

Pasta carciofi e guanciale

Un primo piatto pronto in pochissimi minuti con due sole accortezze.
Preparazione 10 min
Cottura 20 min
Totale 30 min
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 350 g pasta corta
  • 120 g guanciale 
  • 3 carciofi romaneschi
  • 1 cm porro
  • parmigiano reggiano
  • sale
  • prezzemolo per completare

Procedimento
 

  • Tagliate a listerelle non troppo sottili il guanciale; scaldate un tegame dal doppio fondo o usate lo spargifiamma e trasferite il guanciale. Appena inizia a "soffriggere" abbassate la fiamma e, senza abbandonarlo, mescolate di tanto in tanto finché non diventa dorato, croccante e lucido.
  • Pulite nel frattempo i carciofi:
    eliminate le foglie esterne più dure e la parte più coriacea del gambo. Tagliate la punta del delle foglie rimaste e divideteli in due. Riduceteli a fettine non troppo sottili; tuffate via via le fette in una bacinella di acqua acidulata con del succo di limone.
  • Trasferite il guanciale in un piatto e, nello stesso fondo di cottura, appassite il porro affettato sottile. Appena diventa trasparente unite i carciofi ben scolati dall'acqua, alzate la fiamma e mescolate per insaporirli. Abbassate la fiamma, coprite con coperchio e fateli cuocere circa 15 minuti. Se si dovessero asciugare unite un dito d'acqua. 
    Arrivati a cottura unite il guanciale messo da parte e fate insaporire bene bene mescolando. Correggete eventualmente di sale.
  • ortate a bollore l'acqua per la cottura della pasta; cuocetela piuttosto al dente tenendo da parte un pò di acqua di cottura. 
    Un paio di minuti prima del tempo di cottura indicato sulla confezione scolate la pasta e trasferitela nel tegame con i carciofi insieme a pò dell'acqua di cottura tenuta da parte. 
    Mescolate e mantecate bene nel tegame portando a cottura. Unite altra acqua tenuta da parte se serve ed eventualmente un filo di olio extravergine di oliva. 
    Allontanate il tegame dal fuoco, spolverizzate di parmigiano e portate a tavola. 
    Buon Appetito!
Portata Primi Piatti, primi piatti con verdura
Cucina pronte in pochi minuti, ricette di primavera

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.