Pane semi integrale con pasta madre e ripartiamo con i lievitati. Quel profumo di pane fresco, appena sfornato colora le giornate di tutti gli amanti delle mani in pasta.

Croccante, profumato e arricchito di tanti semi, il pane semi integrale con pasta madre è la marcia giusta per iniziare la giornata. E…che soddisfazione!
Per fare il pane a casa non ci vuole fretta, fa male a te e fa male a lui  . 

Ho usato una farina tipo 2 quindi meno raffinata e più ricca in sali minerali e proteine, perfetta per un pane casereccio.
Ho usato la pasta madre, regala una sofficità e digeribilità ineguagliabili, ma se preferisci usare il lievito di birra fresco o secco, qui trovi come convertirlo.
La quantità di lievito di birra non incide in modo diretto sull’impasto, ma avrà un ruolo fondamentale nei tempi di lievitazione. Usane poco ed allunga i tempi di lievitazione; avrai un pane più soffice e più digeribile. Considera che in 200 g di pasta madre ci sono circa 130 g di farina e 65 g di acqua. Eventualmente aggiungi queste quantità all’impasto.

Non serve necessariamente la planetaria, l’impasto è gestibilissimo anche a mano. Serve solo, in questo caso, il solito olio di gomito per ottenere un impasto compatto, uniforme, liscio ed omogeneo.

Pane semi integrale con pasta madre

Pane semi integrale con pasta madre

Perché il pane non è solo pane bianco ed è anche molto meglio
Preparazione 15 min
Cottura 40 min
Lievitazione: 6 h
Totale 6 h 55 min
Porzioni 1 filone

Ingredienti
  

  • 550 g farina tipo 2 
  • 350 g acqua
  • 200 g pasta madre
  • 8 g miele
  • 14 g sale
  • 100 g semi misti a piacere io semi di girasole, sesamo bianco e zucca

Procedimento
 

  • Metti la pasta madre nella planetaria o in una ciotola, aggiungi l'acqua tiepida e, con una forchetta, sciogli completamente il lievito. 
    Aggiungi il miele, la farina, il sale e mescola un pò prima di aggiungere i semi; amalgamali bene. 
    Inizia a lavorare fino a che l'impasto sarà liscio ed omogeneo. 
  • Forma la palla, copri con pellicola trasparente e lascia lievitare per 3 ore circa, lontano da correnti d'aria. 
    Riprendi l'impasto, sgonfialo e procedi con una serie di pieghe.
    Lascia riposare l'impasto per 1 ora e forma il filoncino; mettilo in un cestino rivestito da un canovaccio ben infarinato, copri con pellicola trasparente e lascia lievitare per 3 ore circa.
  • Capovolgi il filone su di una teglia rivestita di carta forno o su di una pala ben infarinata se hai la pietra refrattaria ( viene molto più croccante!). 
    Pratica con una limetta dei tagli a piacere ed inforna in modalità statica con il vapore a 200° già raggiunti. Cuoci per 35-40'. 
    Sforna, lascia raffreddare su di una griglia prima di affettare e inebriarti di profumo. Una volta affettato lo surgelo per averlo sempre fresco.

Note

Trovo che in questo articolo le pieghe siano spiegate in modo molto chiaro e semplice
Portata lievitati, pane e lievitati
Cucina pane e altro

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.