Con il pane in cassetta o pancarrè riapro la stagione dei lievitati.
Avevo riposto la planetaria, il mobile di cucina sembrava più sgombro, ma…ora so che è lì pronta per essere utilizzata mille  e mille volte.

Adoro il pane in cassetta, forse perché adoro i tramezzini – con poca maionese  – e con questa ricetta viene buonissimo!
Morbido, morbidissimo il pane in cassetta è perfetto per i tramezzini, tostato la mattina a colazione con la marmellata e perché no, con il salmone – chissà perché proprio lui – per l’aperitivo.

Sembra anemico, ma non lo è. E’ pane in cassetta o pancarrè bianco, sano, leggero e homemade.  Fa la differenza !

Potete farlo anche con la farina integrale, regolando però la quantità di acqua. Ne  occorrerà di più perché la farina integrale ne assorbe di più.
Ho usato  l’apposito stampo, con tanto di coperchio, comprato un sacco di tempo di fa. Se non lo avete usate uno stampo da plumcake, va benissimo lo stesso.
L’unica differenza sarà che nello stampo da plumcake si formerà, in lievitazione in forno, la classica cupola. Il mio è molto squadrato.
Regolatevi con il peso degli ingredienti utilizzando questo bellissimo foglio di calcolo che ho trovato sul sito Viva la focaccia 

La ricetta è facilissima, tratta dal libro La magia del forno , con lievito di birra e burro – poco burro -.

Se preferite mettere olio extravergine di oliva, calcolate l’80% del peso del burro.
Potete, se volete un pane in cassetta ancora più saporito, usare il latte al posto dell’acqua .

Come conservare il vostro pane in cassetta:

Se pensate di consumare il vostro pane nel giro di uno o due giorni conservatelo a T ambiente. Avvolgetelo nella carta per trattenere il più possibile l’umidità.
Se invece dovete conservarlo per più giorni, avvolgetelo con  l’alluminio o con pellicola e congelatelo.
Mai tenere il pane in frigorifero!

Ed ora vi lascio alla ricetta di questo tenero, morbido pane in cassetta o pancarrè bianco. Lo adoro  !

pane in cassetta bianco

Pane in cassetta o pancarrè

Molto meglio del pane in cassetta comprato
Preparazione 15 min
Cottura 40 min
3 h
Totale 3 h 55 min
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

  • 300 g 300 g di farina ( io Buratto W290 circa)
  • 175 g acqua
  • 20 g burro
  • 6 g sale
  • 8 g lievito di birra

Procedimento
 

  • Versate la farina nella planetaria, unite il lievito sbriciolato, il burro a pezzetti e 3/4 di acqua. Iniziate ad impastare a velocità bassa. 
    Aumentate la velocità quando la farina ha assorbito l'acqua; salate e versate la restante acqua. Ho impastato a velocità 2 del Kenwood per 15 minuti circa. La quantità di acqua necessaria potrebbe variare per difetto o per eccesso, dipende molto dalla farina. A me, alla fine, ne è servita un po' meno.
  • Quando l'impasto risulta liscio, compatto e morbido, trasferitelo in una ciotola leggermente unta di olio extravergine di oliva, coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare sino al raddoppio. Suggerisce almeno 1 ora, ma meglio 2 o 3 ore.
  • Spennellate il vostro stampo – anche il coperchio se usate quello chiuso! – con olio extravergine di oliva. 
    Trasferite l'impasto sul piano di lavoro formate una palla e ripiegatelo più volte verso l'interno in modo da far uscire tutta l'aria e sgonfiarlo bene. 
    Formate con l'impasto un rettangolo della lunghezza del vostro stampo, ripiegate i due lati lunghi verso l'interno. Appoggiatelo nello stampo con la parte ripiegata verso il fondo. 
    Coprite con pellicola se aperto o con il coperchio e lasciate lievitare ancora. 
    Se usate lo stampo con il coperchio lasciate lievitare sino a quando l'impasto "uscirà" dai buchini di sfiato sul coperchio. Con lo stampo normale sino al raddoppio.
  • Cuocete a 220 ° per 30 minuti e, se con lo stampo aperto, utilizzando anche il vapore. A me, con il coperchio, nel mio forno ci sono voluti 40 minuti. 
    Una volta cotto fate raffreddare il vostro pane in cassetta fuori dallo stampo, appoggiato su di una gratella. Affettatelo solo quando completamente freddo.
Portata lievitati, pane e lievitati
Cucina pane e altro

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.