La colombina emiliana, da non confondere con la colomba tipica di Pasqua, è un dolce che si usa fare sotto Natale in Emilia Romagna e ogni volta che ritorno da questi parti non manco di mangiarla.

Di fatto, però, la colombina emiliana,  si trova tutto l’anno e non solo a Natale, è un dolce secco via di mezzo fra i pani natalizi ricchi di frutta secca e una crostata con tanto di marmellata arrotolata e arricchita da qualche pezzo di frutta secca.
La marmellata non deve essere troppo dolce anzi, dal gusto piuttosto amarognolo e noi oggi l’abbiamo fatta con la confettura di mele cotogne – un classico della produzione di mamma – , ma se dovete comprarla sceglietene una piuttosto “corposa” e poco dolce come ad esempio quella di prugne.
Normalmente si usa completare la colombina con uva passa e pinoli ma c’è chi sostituisce i pinoli con le noci sbriciolate.

La colombina emiliana è ottima la mattina a colazione o il pomeriggio a merenda…è sempre il momento buono per mangiarne una fettina. 

la colombina emiliana

La colombina emiliana

Dolce tipico di Natale emiliano, una via di mezzo fra pane secco con frutta secca è una crostata
Preparazione 20 min
Cottura 40 min
Totale 1 h
Porzioni 10 persone

Cosa ti serve

  • una teglia standard

Ingredienti
  

Per l'impasto:

  • 500 g farina 0
  • 100 g burro
  • 200 g zucchero
  • 3 uova
  • 1/2 limone bio succo e scorza
  • 16 g lievito per dolci

Per il ripieno:

  • 25 g uva passa
  • 150 g pinoli o
  • 200 g noci sbriciolate
  • marmellata a gusto

Procedimento
 

  • Mettete a bagno l'uvetta in poca acqua tiepida e sminuzzate grossolanamente le noci se usate le noci
    Preparate nel frattempo l'impasto: disponete la farina a fontana e versate il burro ammordito, lo zucchero, 2 uova intere, la buccia ed il succo di 1/2 limone, la bustina di lievito. 
    Impastate, manipolando il meno possibile e con la punta della dita quel tanto che basta per avere un composto omogeneo. 
  • Lasciate riposare l'impasto qualche minuto quindi stendetelo formando due rettangoli non troppo sottili. Ricopritene la superficie con la marmellata e cospargendo in modo disordinato l'uvetta strizzata e i pinoli (o le noci sbriciolate). 
    Ripiegate i lati più corti del rettangolo verso l'interno (eviterà che durante la cottura esca il ripieno) quindi arrotolate lungo il lato più lungo.
    Guarnite a piacere con striscioline di pasta avanzata o pezzi di mostarda, o frutta e disponete i due rotoli, non troppo vicini uno all'altro, su una teglia imburrata e cosparsa di pan grattato.
  • Infornte a 180° dopo aver spennellato con un rosso d'uovo sbattuto diluito con un goccio di acqua e lasciate cuocere per circa 40 minuti.
  • A cottura ultimata, funziona sempre la prova dello stecchino (pungendo il dolce deve uscire asciutto e senza alcun residuo di impasto), spegnete il forno e lasciate riposare qualche minuto a forno semi aperto. 
    Gustate la colombina emiliana a colazione con una bella tazza di latte .
    Buon Appetito!
Portata Dolci, Dolci da credenza
Cucina colazione, cucina emiliana, Natale

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.