Il vitel tonnè o vitello tonnato come lo faccio io, perché lo faccio senza maionese . 

La ricetta del vitel tonnè o vitello tonnato senza maionese è quella che da sempre la mia mamma fa a casa, è quello che ho conosciuto io è quello che mi piace perché è leggero, fresco, e non ha la maionese che, sono sincera, poco mi piace.

La ricetta è tratta dal libro “Il talismano della felicità ” di Ada Boni che lo chiama vitello in salsa tonnata e vi garantisco che non ha nulla da invidiare a quello che tutti conosciamo con la maionese.
però c’è anche il vitello tonnato come non lo faccio io che mi è piaciuto tantissimo perchè altrettanto leggero

Un primo segreto del vitel tonnè o vitello tonnato come lo faccio io  è che vitello e tonno cuociono insieme, in una cottura lenta, uniti a cipolla  limone e acciughe e “affogati ” nel vino bianco; il risultato è una piacevolissima armonizzazione e fusione dei sapori.

Secondo segreto è che, una volta cotto il vitello e frullato tutto il contorno, si mette frigorifero la carne interamente ricoperta dalla “salsa tonnata” e la si lascia riposare sino al giorno dopo.

Terzo ma non ultimo segreto il pezzo di carne.  Scegliete un pezzo magro e tenero, una parte del vitello più pregiata  – del quarto posteriore – la noce o la contronoce.
Il bello e buono del vitel tonnè o vitello tonnato come lo faccio io o come lo fai tu è che sia tenerissimo e che si tagli anche senza coltello.

Si affetta quello che serve e si rimette in frigo…si mantiene buonissimo per parecchi giorni; fatene di più perché mi darete ragione.
Credetemi, in bocca si sente il sapore del tonno piacevolmente completato dal sapore della carne e degli aromi. Un vero piacere per il palato.

Il vitel tonnè o vitello tonnato fa da jolly sempre: su di  un buffet in qualsiasi stagione, ad una cena fra amici ma in estate la fa decisamente da padrone 

vitel tonnè o vitello tonnato come lo faccio io , perché lo faccio senza maionese .

Il vitello tonnato come lo faccio io

Una versione alternativa di vitello tonnato molto leggera e piacevole
Preparazione 10 min
Cottura 1 h 30 min
Totale 1 h 40 min
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

  • 1 kg noce o contronoce di vitello
  • 300 g tonno sgocciolato
  • 4 acciughe
  • 1 scalogno
  • 1/2 lt vino bianco secco
  • 2 limoni
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato di fresco

Procedimento
 

  • Legate ben stretto il pezzo di carne con dello spago da cucina, mettetelo in un tegame che lo contenga più o meno preciso e aggiungete a freddo: il tonno sgocciolato dall'olio, lo scalogno tagliato a fettine sottili, le alici sgocciolate e tagliate a pezzetti, sale, pepe nero e il vino bianco.
    Mettete sul fuoco e appena giunto a bollore abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e lasciare cuocere dolcemente rigirando ogni tanto la carne e bagnandola con l'intingolo; occorrerà circa un'ora e mezza.
  • Estraete la carne giunta a cottura e adagiatela in una ciotola.
    Frullate per pochi secondi il condimento che si sarà ridotto più o meno ad una salsa piuttosto densa, diluendola con una generosa dose di olio ed il succo filtrato dei due limoni.
    Versare il tutto sul vitello, coprite con pellicola trasparente e riponete in frigorifero per 24 ore.
  • Al momento di servire ricavate delle fettine sottili di vitello, adagiatele su di un piatto, ricopritele con la salsa tonnata e guarnite a piacere.
    Se dovesse avanzare della carne, riponetele sempre ricoperta della sua salsa in frigorifero; il vitel tonnè o vitello tonnato come lo faccio io si conserva per parecchi giorni.
    Buon Appetito!
Portata secondi piatti di carne
Cucina carne, ricette per l’estate

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.