Torna la zucca sui banchi del mercato, ma soprattutto torna il porro sui banchi dei mercati ed insieme danno vita a questa delicata, autunnale colorata crema di zucca lenticchie e porro.
E si, alla semplice crema di zucca questa volta ho unito una piccola porzione di lenticchie lessate e poi ho frullato tutto insieme. Un tocco, una piccola aggiunta che regala un quid in più alla crema.

Ho lessato due tipi di lenticchie: le nere o beluga da utilizzare solo come guarnizione del piatto – un bel contrasto di colore – e la varietà di Onano piccole e saporitissime da frullare insieme alla zucca. Temevo, frullando le lenticchie nere, che il colore finale della crema non fosse poi così invogliante 

Un quid di sapore perchè le lenticchie hanno un loro piacevolissimo gusto, ma soprattutto un quid nutrizionale che fa delle lenticchie uno scrigno di sostanze di altissimo valore.
Ricche di carboidrati, proteine, fibre e calcio, hanno si un discreto apporto di calorie ( 291 cal/100 g), ma completano la crema con zucca e porro. Vi basterà aggiungere una fetta di pane tostato per avere un apporto nutrizionale completo e sano.

Basta davvero una mezzoretta per portare a tavola la crema di zucca lenticchie e porro ed insieme a lei i sapori ed i colori dell’autunno.

Potrete, se volete, sostituire le lenticchie con i ceci e magari quelli in barattolo per fare ancora prima, ma il tempo di cottura delle lenticchie è davvero breve e non necessitano di ammollo preventivo.
Potreste decidere anche di lessare una quantità maggiore di lenticchie e tenerle poi da parte per i giorni successivi per farne magari un’insalata veloce e saporita. L’importante che le conserviate, ben scolate, quasi asciutte, in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica.

Amo il porro alla follia, per il suo aroma discreto – una via di mezzo fra aglio e cipolla, ma nulla vi vieta di scegliere, se amanti dei sapori più decisi,  uno spicchio d’aglio o la cipolla.

Crema di zucca lenticchie e porro

Preparazione10 min
Cottura20 min
Tempo totale30 min
Porzioni: 2 persone

INGREDIENTI

  • 500 g zucca violina già pulita
  • 100 g lenticchie di Onano
  • 50 g lenticchie Beluga
  • porro a gusto
  • 1 costa di sedano piccola
  • 1 cipolla piccola
  • 1/2 carota
  • olio extravergine di oliva
  • sale

PROCEDIMENTO

  • Sciacquate le lenticchie ( separate le due varietà se come me usate anche le nere) mettetele in un tegame e copritele abbondantemente di acqua. Unite il sedano, la carota e la cipolla ben mondati. Lessatele calcolando una ventina di minuti a partire dal bollore
  • Pulite la zucca: 
    tagliate via la buccia – la caratteristica della varietà violina è di avere la buccia piuttosto sottile – ed eliminate i filamenti e semi interni. Riducetela in pezzi non eccessivamente piccoli.
  • Affettate il porro e trasferitelo in un tegame con un filo di olio extravergine di oliva. Fatelo appassire su fiamma bassissima. Quando è quasi trasparente unite la zucca, mescolate bene per insaporire e aggiungete due dita di acqua. Salate. Coprite e portate a cottura, senza spappolarla, la zucca.
  • Appena le lenticchie saranno giunte a cottura scolatele mantenendo da parte la loro acqua. Anche la zucca sarà arrivata a cottura, unite le lenticchie (lasciate da parte quelle nere) e frullate il tutto con il frullatore ad immersione. Corrente di sale ed aggiungete quel tanto che basta di acqua di cottura delle lenticchie per ottenere la consistenza desiderata.
  • Servite la vostra crema guarnendo con un pò di lenticchie nere tenute da parte ed un generoso filo di olio extravergine di oliva.

Note

  • lessate le lenticchie tenendo la fiamma piuttosto bassa, l’acqua deve giusto sobbollire per evitare che le lenticchie si spappolino;
  • tenete da parte la loro acqua di cottura: vi servirà per allungare la crema di zucca se dovesse risultare troppo densa;
  • ho usato la zucca violina o butternut con polpa compatta ed asciutta e buccia piuttosto sottile.
 
Portata Minestre e Zuppe, Primi Piatti
Tipo di Ricetta ricette dell’autunno, ricette per l’inverno

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.