Crema di peperoni perché esiste una raccolta  in corso del blog giallozafferano “Profumo di Gligine” a cui è stato dato il nome di  “Sua Maestà il Peperone” …bene, credo che nel periodo estivo attributo più azzeccato per lui 🙂 non ci potesse essere!
Spesso e volentieri propongo il peperone semplicemente arrostito, spellato e poi condito con aglio, olio e sale e lasciato poi marinare così per insaporirsi.

Questa volta invece ne ho preparato una crema di peperoni per accompagnare il pinzimonio in una serata rovente di qualche giorno fa.
Il piccolo avanzino di crema l’ho usato per condire la pasta il giorno dopo dopo averci unito un filo di olio extravergine di oliva, un paio di foglie di basilico e qualche oliva nera denocciolata e spezzettata.

Non amo arrostire il peperone in forno, perde la sua carnosità, preferisco arrostirlo direttamente sul fuoco.
Disponete i peperoni sui fornelli a diretto contatto  con la fiamma e, girandoli spesso, fateli annerire in modo uniforme; per evitare di sporcare troppo il piano di cottura, circondo i fuochi con della carta argentata che alla fine si porta via eventuali colate del peperone o avanzi di pellicina nera abbrustolita.
Appena i peperoni appaiono quasi “carbonizzati” raccoglieteli in un sacchetto di plastica e lasciateli stiepidire li dentro; quando diventano maneggiabili strofinateli, tenendoli sempre dentro ai sacchetti, in modo da staccare la pelle annerita.

Crema di peperoni: un pinzimonio alternativo

Preparazione10 min
Cottura15 min
Tempo totale25 min
Porzioni: 6 persone

INGREDIENTI

  • 2 peperoni rossi carnosi
  • 75 g robiola
  • 75 g Philadelphia
  • 20 pomodori di pachino
  • 1 cuore di sedano
  • 4 o 5 carote
  • sale
  • pepe nero macinato di fresco

PROCEDIMENTO

  • Tagliateli a metà i peperoni, eliminate con cura i filamenti bianchi interni ed i semi. Tagliate i peperoni in pezzi irregolari e frullateli nel mixer sino ad ottenere una salsina fluida ed omogenea; unite il formaggio – ho usato in parti uguali philadelphia e robiola – mescolate bene in modo da amalgamare il tutto; raccogliete la crema in una ciotolina e, dopo averla coperta con la pellicola, riponetela in frigorifero sino al momento si servirla.
  • Nel frattempo preparate le verdure che vi serviranno per il pinzimonio: per la stagione ho usato un cuore di sedano, dei pomodori pachino e delle carotine , ovviamente potete usare quelle che più vi piacciono o vi vengono in me
  • Al momento di portare in tavola disponete la crema, dopo averla assaggiata ed eventualmente corretta di sale e spolverizzata con una generosa macinata di pepe nero in grani, al centro di un piatto di portata o di un vassoio, circondatela con le verdure lavate ed asciugate e servite!
Portata antipasti, antipasto con verdure
Tipo di Ricetta pronte in pochi minuti

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.