La confettura di mele, clementine e limoni concentra tutti i profumi, gli aromi ed il sapore della frutta invernale. L’espressione delle basi del Metodo Ferber elevate all’ennesima potenza. Il tripudio del piacere racchiuso in un barattolo.

Non pensate che preparare la confettura di mele, clementine e limoni sia più lungo o laborioso di una confettura o marmellata mono frutto – clementine, mele o limoni.
Come sempre la realizzazione delle marmellate e confetture con questo metodo è suddivisa in due tempi, ma la preparazione della frutta è semplice e veloce. Avrete in più il mix di aromi che ogni frutto regala alle marmellate preparate con il Metodo Ferber.

Dovrete semplicemente sbucciare le mele, spremere i limoni e scegliere fra due possibilità per le clementine:

  • lavate bene le clementine e riducetele a fettine sottilissime( buccia compresa per cui, mi raccomando, che siano non trattate!)
  • sbucciate i frutti, separate gli spicchi e poi riducete in dadolata piccolissima le bucce.
    Ho preferito questa seconda opzione perchè a casa non amano molto le bucce nelle marmellate; così si sentono o non si sentono ma regalano ugualmente tutto il loro aroma.

Un piccolo accorgimento di cui non vi dovete dimenticare: una volta spremuti i limoni, non buttate via i semi! Raccoglieteli in una garzina, legatela a mo di sacchetto con dello spago da cucina ed aggiungeteli così alla confettura in cottura. Libereranno tutta la pectina che contengono così che la giusta consistenza di gelificazione sia raggiunta in pochissimi minuti di cottura. 12′ dal bollore ho registrato!
Proprio per le cotture così brevi, che solo questo metodo garantisce, la resa delle marmellate è decisamente più alta che con ore di cottura per raggiungere la gelificazione della frutta con i metodi tradizionali.

confettura mele clementine e limoni
Confettura di mele, clementine e limoni con il Metodo Ferber

In questo modo, come per tutte le confetture e marmellate preparate con il Metodo Ferber, avrete il profumo, l’aroma ed il sapore unici della frutta fresca.

Vi lascio alla ricetta della confettura di mele, clemetine e limoni con il Metodo Ferber.
La marmellata è aromatizzata con due stecche di cannella in cottura… potete ometterle se non vi piace perchè viene buonissima lo stesso.
Leggete anche come invasare correttamente una volta che la confettura è pronta.
Ricordate che mantenere pulito il barattolo, soprattutto la parte alta dove avviterete il tappo, è importantissimo ed in questo può essere di grandissimo aiuto un imbuto a cono largo

Preparazione15 minuti
Cottura40 minuti
tempo di riposo fra la fase 1 e la fase 28 ore
Tempo totale8 ore 55 minuti
Porzioni: 4 vasetti da 250 ml
Stampa ricetta

COSA SERVE

  • 1 tegame basso e largo
  • 1 imbuto a cono largo
  • 1 termometro da cucina facoltativo, usate un piattino freddo
  • 4 barattoli con tappo a vite da 250 ml

INGREDIENTI

Per le clementine:

  • 250 g clementine non trattate 3 grosse clementine
  • 100 g zucchero
  • 200 ml acqua

Per il resto della confettura:

  • 650 g limoni non trattati circa 5 limoni
  • 700 g mele 500 g al netto
  • 800 g zucchero semolato ne ho usati 700 g
  • 2 stecche di cannella le ho omesse

PROCEDIMENTO

La sera o la mattina presto:

    Preparate le clementine:

    • Eliminate le eventuali foglie e sciacquatele accuratamente sotto l'acqua corrente.
      Potete tagliarle a fettine sottilissime con la buccia o sbucciarle, separare gli spicchi e ridurre la buccia in una piccolissima dadolata. Raccoglietele nel tegame insieme allo zucchero e l'acqua, portate sul fuoco e, mantenendo la fiamma bassa, fatele cuocere fino a quando non risultano traslucide.

    Mentre le clementine cuociono:

    • spremete i limoni, mettete da parte il succo e raccogliete in una garza i semi chiudendo a mo di sacchetto con uno spago da cucina.
      Sbucciate le mele, dividetele prima a metà e poi in quarti, eliminate il torsolo quindi affettatele sottilissime.

    Completate la prima fase:

    • appena le bucce delle clementine saranno traslucide, aggiungete il succo di limone, le fettine di mele ed il restante zucchero previsto dalla ricetta.
      Rimettete sul fuoco e, mantenendo sempre la fiamma bassa, mescolando spesso portate a leggerissima ebollizione. Allontanate dal fuoco, trasferite il composto in una ciotola di plastica e coprite con un foglio di carta forno. Lasciate riposare così tutta la notte o la giornata.

    Seconda fase:

    • Versate il composto nel tegame, aggiungete le stecche di cannella e la garza con i semi dei limoni e portate ad ebollizione.
      Schiumate accuratamente appena inizia a bollire e, mantenendo la fiamma vivace, lasciate cuocere sino al raggiungimento dei 103° se avete il termomentro alimentare o fina a quando, depositata una goccia di marmellata su di un piattino freddo di frigorifero, solidifica diventando lucida.
      Ci vogliono pochissimi minuti! 10-12' dall'ebollizione. E anche se vi sembrerà presto, quando una delle due prove sopra descritte sarà positiva spegnete, eliminate la garza con i semi dei limoni e le stecche di cannella e procedete con l'invasamento.
    Portata marmellate e confetture
    Tipo di Ricetta colazione

    Lascia un commento

    Valuta la ricetta




    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.