Oggi ricetta molto classica, molto tradizionale se non per la scelta del pesce: cefalo al forno con patate 

Ogni tanto mi  scordo quanti pesci esistono e come al solito se non fosse il pescivendolo ad offrirmeli, continuerei ad ignorarli. Così l’altro giorno troneggiava il cefalo e così l’altro giorno ho cucinato il cefalo  .

Lo so, già starete pensando che il cefalo è un pesce povero, che il cefalo è un pesce semi grasso, che il cefalo ha un sapore troppo marcato. Ma…provate il cefalo al forno con patate e vi ricrederete.
Certo, di sicuro meno pregiato delle orate o della marmore, ma vi garantisco che nulla ha a loro da invidiare.

Pesce povero non è da escludere, costa meno, molto meno; semigrasso vero ma ricco di Omega 3 i grassi che fanno tanto bene al cuore; il sapore troppo marcato…lo contesterei: è saporito ma al punto giusto e affatto stoppaccioso, dipende da come e quanto lo si cucina.  
Il cefalo al forno con patate, un secondo piatto di pesce completo, salutare  e….buon, buono, buono!

Sapevate che dire cefalo o dire muggine è la stessa cosa ?
cefalo al forno con patate - La ricetta

Cefalo al forno con patate

Saporito, facile e veloce secondo piatto di pesce
Preparazione 10 min
Cottura 25 min
Totale 35 min
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 1,2 kg cefalo 
  • 6 patate medie
  • 1 arancio
  • prezzemolo
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato di fresco

Procedimento
 

  • Fatevi eviscerare e squamare il cefalo dal pescivendolo; lavate, sbucciate, asciugate ed affettate sottili le patate.
    Ungete con un filo di olio la teglia e ricopritene la superficie con le fettine di patatedisponete sulle patate il cefalo dopo avergli dato una rapida sciacquata sotto l'acqua fresca corrente.
    Riempitene la pancia con due pizziconi di sale, 3 o 4 spicchi di arancia – limone se preferite, va benissimo lo stesso – , un rametto di prezzemolo sciacquato ed uno spicchio di aglio tagliato a metà.
    Ricoprite il cefalo con le restanti patate ed irrorate con un filo di olio; a me non piace condire troppo il pesce, trovo che il sapore ne sia esaltato se mangiato poco condito.
  • Infornate a 220 gradi calcolando come tempi di cottura 15 minuti per kg.
    Segno infallibile, almeno a me non ha mai deluso, della giusta cottura è quando sollevando appena la pelle con la punta di un coltello, si stacca con estrema facilità, senza dover esercitare alcuna forza.
  • Scegliete chi avrà l'arduo compito di spinare e pulire il pesce e servite il cefalo al forno con patate già impiattato individualmente
Portata secondi piatti di pesce
Cucina ricette dell’autunno, ricette dell’inverno

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.