Arista al finocchietto selvatico…. fredda perché ai primi caldi o in piena estate viene voglia di piatti freschi.
Profumata, delicatamente profumata ai semi di finocchietto selvatico e accompagnata da una piacevole, crema di melanzane. 

Un secondo piatto di carne che si prepara in anticipo, anzi ancora meglio, il giorno prima, affatto complicato e buonissimo.
Può essere una cena, può comodamente diventare un rapido lunch al lavoro, o una fresca imbottitura di un panino al volo.

Già lo, immagino le tue perplessità perché si dice che la carne di maiale è stoppacciosa, ma se cotta nel modo giusto non è affatto vero; sono una accanita sostenitrice della carne di maiale perché rende i secondi piatti sempre particolari.
Mentre cucini l’arista al finocchietto selvatico la cucina si innonda di profumi di erbe, di fresco e di piacere. Come preparando gli spaghetti finocchietto e alici o addirittura le polpette di finocchietto

Arista al finocchietto selvatico

Preparazione5 min
Cottura50 min
Tempo totale55 min
Porzioni: 8 persone

INGREDIENTI

  • 1,2 kg arista di maiale 
  • 2 melanzane chiare striate
  • finocchietto selvatico
  • 2 spicchi d'aglio
  • capperi sotto sale
  • basilico
  • prezzemolo
  • olio extravergine di oliva
  • sale

PROCEDIMENTO

  • Praticate delle incisioni piccole ma profonde sul pezzo di carne quindi steccate con abbondante semi di finocchietto selvatico e 2 spicchi di aglio divisi in più pezzi.
    Infornate a 190°, dopo aver legato stretto con spago da cucina, in un tegame già unto di olio. Lasciate cuocere così l’arista per circa 50 minuti rigirandola di tanto in tando e bagnandola con il sughetto che via via si forma. 
    Lasciate raffreddare completamente la carne – l’ideale, come ho fatto io, sarebbe cuocerla il giorno prima

Per la salsa di melanzane:

  • tagliate a metà le melanzane, incidetene la polpa con dei tagli profondi a croce ed infornate a 190° per 15/20 minuti (in questo caso ho usato il microonde “combi” grill/micro per 10 minuti).
    Appena cotte raschiate bene la polpa raccogliendola nel frullatore insieme a 4 o 5 foglie di basilico, un cucchiaino di capperi sciacquati dal sale, qualche foglia di prezzemolo, una pizzicata di timo ed il fondo di cottura dell’arrosto.
    Aggiustate di sale e correggetene eventualmente la consistenza diluendo con un mestolino di acqua.
  • Al momento di portare in tavola affettate la carne il più sottile possibile, distribuitela su di un letto di insalata e servitela accompagnata dalla salsa di melanzane.
Portata secondi piatti di carne
Tipo di Ricetta carne, ricette per l’estate

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.