Non passa Pasqua che a casa io non mangi l’abbacchio al forno con le patate. Aroma, profumi e gusto sono immancabili a pranzo. Il taglio migliore per questa ricetta è il cosciotto, meno indicate le costolette con meno carne e che si asciugherebbero troppo.

L’abbacchio (agnellino da latte) detiene lo scettro nella cucina romana e tutta questa risonanza è dovuta al fatto che l’abbacchio della campagna romana è semplicemente squisito. Il suo consumo è distribuito in tutto l’anno, ma a Pasqua spopola sulle tavole di tutti, o quasi, i romani. Così come la pizza ricresciuta dolce o come può essere la Pastiera napoletana in Campania o la pizza al formaggio nelle Marche
Anche l’agnello gode di una buona popolarità nella cucina romana, ma ristretta essenzialmente al periodo pasquale.

Preparazioni caratteristiche, oltre all’abbaccio al forno con le patate, sono l’abbacchio alla cacciatora, l’abbacchio brodettato e le costolette d’abbacchio a “scottadito” così dette perchè vanno mangiate caldissime e quindi con le mani …con il rischio, appunto, di scottarsi le dita.

La ricetta del cosciotto di abbacchio non si discosta molto dalla classica ricetta di un arrosto; quello che fa la differenza sono la squisitezza delle carni ed il profumo irresistibile che si diffonde in cucina – o in giardino – durante la cottura.

Note alla ricetta:

  • Non cuocete la carne a forno troppo alto, rischiate che si asciughi troppo;
  • Fatevi intaccare il cosciotto dal macellaio al momento dell’acquisto, potrete inserire nelle intaccature gli aromi;
  • Cuocete il cosciotto nella stessa pirofila in cui poi lo porterete a tavola… il fondo di cottura merita di essere grattato.
abbacchio al forno con le patate
Abbacchio a l forno con le patate prima della cottura

Vi lascio alla ricetta:

Preparazione10 minuti
Cottura1 ora 10 minuti
Tempo totale1 ora 10 minuti
Porzioni: 4 persone
Stampa ricetta

INGREDIENTI

  • 1,5/1,7 kg cosciotto di abbacchio intaccato
  • 2 kg patate
  • rosmarino
  • 2 o 3 spicchi di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato di fresco se piace

PROCEDIMENTO

Preparate il cosciotto per la cottura:

  • Spennalate con un filo di olio extravergine di oliva la base della perirofila e adagiate il cosciotto di abbacchio.
    Lavate abbondantemente sotto l'acqua corrente la patate, spellatele e riducetele a pezzi di media grandezza; disponetele nella pirofila tutto intorno al cosciotto.
    Sbucciate i due spicchi di aglio e tagliateli a metà; dividete il rametto di rosmarino in 3 o 4 pezzi e disponete gli aromi nelle intaccature dell'osso che vi avrà fatto il macellaio.
    Irrorate patate ed abbacchio con l'olio extravergine di oliva, salate e pepate se vi piace.

Cottura dell'abbacchio:

  • Infornate la pirofila a 180° già raggiunti e lasciate cuocere per un'oretta abbondante. Alla fine la carne deve risultare bella dorata e le patate croccanti. Non alzate troppo la temperatura del forno per evitare che la carne si asciughi troppo. Magari, se alla fine non risulta bella dorata alzate il forno a 190° per una decina di minuti.
    Controllate di quando in quando la cottura avendo cura di irrorare la carne e le patate con il fondo di cottura che si creerà.
    Servite l'abbacchio con le patate nella pirofila in cui l'avete cotto…. potrete grattare le crosticine che si saranno formate sul fondo.
Portata secondi piatti di carne
Tipo di Ricetta cucina laziale, ricette di Pasqua

Lascia un commento

Valuta la ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.